seprator

Blog – La Mobility Dog

seprator
blog_shape

La Mobility Dog è una disciplina di recente introduzione, non agonistica e non competitiva, aperta a tutti i binomi cane – proprietario.

Nata in Svizzera negli anni 90’ si è poi diffusa velocemente.

Per le sue caratteristiche è un ottimo strumento per migliorare l’ inserimento e l’ integrazione del cane nella società urbanizzata.

La disciplina si articola in 18 prove da eseguire nel tempo limite di 1 minuto; i tempi di esecuzione e la tipologia di prove sono tali da non creare stress al cane e al conduttore indipendentemente da età e taglia.

L’ intento della Mobility Dog è quello di approfondire e migliorare la relazione e la gestione del proprio cane. Il percorso viene inserito in un normale percorso educativo perché affrontare e risolvere piccoli problemi e superare ostacoli di diverso tipo ha molteplici effetti sulla coppia: aumenta l’ autostima, diminuisce l’ iperattività, aumenta la capacità di comunicare migliorando l’ intesa, aumenta la fiducia in sé stessi e nel proprio compagno, aumenta la capacità del cane di concentrarsi, diminuisce l’ insicurezza e quindi diminuisce l’ insorgere di alcune forme di aggressività, migliora la qualità della vita di coppia, fornisce possibilità di socializzazione, aiuta a rilassarsi e a diminuire lo stress visto che manca qualsiasi aspetto agonistico.

Salto in alto
Salto in alto

Superare piccoli ostacoli e compiere movimenti non abituali aumenta la facoltà di apprendere e la flessibilità cognitiva del cane.

Fare attività con il nostro cane ci da anche delle indicazioni sul suo stato di salute sia fisica che psichica, consentendoci di anticipare l’ insorgere di problematiche anche gravi. Un cane sano, equilibrato e con un’ ottima relazione con il suo proprietario è apprezzabile anche e soprattutto da un punto di vista sociale.

Nell’ interpretazione e realizzazione degli attrezzi e nell’ esecuzione delle prove  le regole andranno viste nel loro contenuto sostanziale e non nella semplice espressione formale: nel regolamento le dimensioni sono “circa” e le posizioni sono “quelle che il team preferisce”.

LE PROVE:

–          Incontro con l’ estraneo: una persona si avvicina amichevolmente al cane che non deve mostrare aggressività o eccessiva paura.

–          Palizzata

–          Salto in alto

–          Slalom

–          Scaletta

–          Carretto

–          Tunnel Rigido

–          Podio

–          Ombrello

–          Altalena

–          Tunnel morbido

–          Ponte su bidoni

–          Superficie ondulata

–          Portare un oggetto: il cane deve portare un oggetto con la bocca e riconsegnarlo al conduttore dopo un percorso rettilineo di 20 metri.

–          Salto attraverso pneumatico

–          Passerella

–          Tavolo con nastro

–          Aspetta tranquillo: il cane aspetta tranquillo che il conduttore si allontani e si nasconda dietro ad un separé per un minuto.

 

Il cane non deve superare obbligatoriamente l’ ostacolo perché più che “saltare al di là” ci interessa l’ esperienza che vive. Il cane non si deve spaventare.

Il carretto
Il carretto

La Mobility Dog non è solo attrezzi e campo di educazione. Una volta che il proprietario ne ha appreso i principi ed ha imparato a gestire il proprio cane nell’ esecuzione di un percorso, è possibile trasportare la Mobility anche in città utilizzando panchine, passerelle, scalette ripide, grate e in natura durante le passeggiate sfruttando massi, ponti, tronchi. Questo ci permetterà di fare passeggiate più divertenti e in sintonia con il nostro amico a quattro zampe!!!

Mobility Naturale
Mobility Naturale

Non vi resta che venire a provare!!!

 

blog_shape
comma_first
Insert Text HERE..

.

MasterDog ASD
Associazione Sportiva Dilettantistica
C.F. 95173750100

shape
Copyright © MasterDog 2016